Deadline prorogata per la Covid-19 Challenge

Covid 19 challenge

Prorogato il termine ultimo per la candidatura alla Covid-19 Challenge

Recentemente è stata prorogata la deadline per proporre la propria condidatura all’interno della “Covid-19 Challenge – solutions for post-crisis word“, il termine ultimo è stato fissato al 31 maggio 2020.

L’iniziativa

L’iniziativa, originariamente lanciata da Marzotto Venture Accelerator e Università Campus Bio-Medico di Roma, è una “call 4 ideas” destinata alla ricerca di progetti e idee innovative da poter trasformare in iniziative imprenditoriali che possano fornire un concreto supporto al nostro sistema nazione, sia nell’attuale fase emergenziale, che nella fase post- emergenziale.

I promotori cercano possibili soluzioni per il recupero della normalità ed il sostegno ed il rilancio delle attività imprenditoriali strategiche.

Quali sono le risorse offerte

I progetti selezionati potranno accedere a due distinti “pacchetti” di sostegno, che si differenziano secondo lo stadio di sviluppo delle soluzioni proposte

Per i gruppi che non si siano ancora costituiti in forma societaria, per le startup e per le PMI che hanno bisogno di supporto per l’industrializzazione della loro idea (ed il successivo ingresso nella fase commerciale) è prevista la formula START, che offre:

  • voucher per il finanziamento a fondo perduto fino all’importo di € 50.000,00
  • supporto scientifico e tecnologico offerto dall’Università Campus Bio-Medico di Roma
  • servizi di mentoring ed accellerazione offerti da Marzotto Venture Accelerator
  • la messa a disposizione di spazi dedicati presso il business center “Copernico” di Rome Innovation Hub

L’altra formula prevista (RUN) è destinata a progetti che si trovano in uno stadio avanzato di implementazione, anche in fase pre-commerciale, indipendentemente dalla forma societaria del proponenete. Le agevolazioni previste nel “pacchetto” run, sono:

  • conferimento, in equity (ovvero in compartecipazioni), fino a €500.000,00
  • supporto scientifico e tecnologico dell’Università Campus Bio-Medico di Roma
  • servizi di temporary management e business development offerti da Marzotto Venture Accelerator
  • la messa a disposizione di spazi dedicati presso il business center “Copernico” di Rome Innovation Hub

Quali sono i settori sono abbracciati dalla call?

Si sottolinea che gli ambiti di interesse sono piuttosto variegati, benchè tutti correlabili (come appare evidente dal nome stesso “Covid 19 Challenge”) alla pandemia in corso.

Altro dato da rimarcare è che la call non è strettamente limitata alle candidature aventi ad oggetto l’elenco degli ambiti d’azione individuati dai promotori.

Infatti, è possibile candidare progetti anche inerenti settori diversi, purchè perseguano determinate finalità.

L’elenco completo dei settori individuati dagli ideatori della challenge è riportato all’indirizzo http://www.marzottoventure.com/covid-19challenge/ da cui è possibile anche accedere al form di iscrizione, presente sul portale openinnovability.com (piattaforma di crowdsourcing di Enel)

Tra questi si segnalano:

  • Data analysis & intelligence
  • Cybersecurity
  • Smart Logistic
  • Fake-checkers

Data analysis & intelligence

All’interno di questo ambito ricadono i progetti inerenti l’intelligenza artificiale, i sistemi IoT e Smart Objects finalizzati al monitoraggio e tracciamento delle emergenze epidemiologiche.
Rientrano in questo settore anche gli stumenti (per esempio algoritmi predittivi o sistemi di machine learning) che consentano di agevolare la prevenzione delle epidemie e la gestione degli impatti che queste possono avere sul sistema sanitario

Cybersecurity

La tutela dei dati personali è un valore di primaria importanza e non deve “indietreggiare”, per quanto possibile, neppure per agevolare la circolazione di informazioni rivolte a contrastare una situazione emergenziale come quella cagionata dalla pandemia da Covid 19. Non è un caso che tra le idee innovative di cui si va in cerca con questa call, vi siano quelle, appunto, relative ad applicazioni, sistemi e metodologie finalizzate alla sicurezza dei dati sanitari e della loro circolazione.

Smart Logistic

Tra i settori indicati nella call vi è anche la logistica. Sono, infatti, invitati a candidarsi anche i progetti finalizzati ad agevolare la circolazione di merci di prima necessità, nell’interesse dei cittadini e delle imprese che svolgono servizi essenziali.

Fake-checkers

Appare particolamente interessante a chi scrive che la challenge sia rivolta anche alla ricerca di sistemi idonei ad identificare e controllare la diffusione di notizie non verificate o false (c.d. fake news) sui siti internet e sui social media

Come già accennato, potranno essere raccolte anche candidature di progetti non inerenti i settori elencati sulla home page della challenge Covid-19.

Si potranno inserire progetti, basati su tecnologie innovative, che abbiano, comunque, il fine di sostenere il recupero e rilancio delle attività produttive e della vita sociale, innovare i sistemi di prevenzione nonchè configurare nuovi modelli d’impresa (o riconfigurare quelli esistenti) nell’ottica del superamento dell’attuale crisi.

Le informazioni riportate nel presente articolo sono state ricavate dalle pagine dedicate all’iniziativa accessibili dai siti internet www.marzottoventure.com e openinnovability.enel.com che possono essere consultati per maggiori approfondimenti.

Avv. Alessandro Marchetti